Le sanzioni USA a Venezuela ed Iran hanno favorito la Russia.

Clamorosamente, le sanzioni economiche imposte a Venezuela ed Iran hanno finito per favorire le esportazioni petrolifere della Russia.

Lo scorso maggio, gli Stati Uniti si sono ritirati unilateralmente dall’accordo nucleare e hanno reintrodotto sanzioni contro l’Iran, comprese quelle secondarie (in relazione ai paesi che intrattengono rapporti commerciali con Teheran). A loro è stato vietato l’acquisto di petrolio iraniano. È stata fatta un’eccezione per Cina, India, Italia, Grecia, Giappone, Corea del Sud, Taiwan e Turchia. Ma solo fino a maggio 2019, dopo di che la Casa Bianca ha rifiutato di estendere queste esenzioni.

Le sanzioni contro il Venezuela sono in vigore da gennaio 2019. I conti della più grande compagnia petrolifera del paese PDVSA sono bloccati. Inoltre, è vietata l’esportazione e la importazione di diluenti per petrolio.

E dopo l’introduzione di queste sanzioni, la Russia è diventata il principale esportatore di materie prime ad alto contenuto di zolfo. Il Venezuela, a sua volta, potrebbe acquistare petrolio dall’Arabia Saudita, ma i sauditi a gennaio hanno annunciato il rifiuto di un tale accordo. Ora, l’agenzia di stampa Bloomberg ha calcolato esattamente l’ammontare delle entrate che sono state ricevute in Russia dall’imposizione di sanzioni contro questi due paesi. Secondo l’agenzia, le compagnie petrolifere russe hanno ricevuto un reddito aggiuntivo di almeno $ 905 milioni dallo scorso novembre a luglio di quest’anno. Gli autori dell’agenzia stampa hanno riferito che:

“Le sanzioni hanno portato a un aumento della domanda di petrolio russo dopo una riduzione della produzione da parte dell’OPEC e dei loro partner”

Constanta Rangelova, analista di JBC Energy, ha riferito che:

“Attualmente, vi è una carenza di petrolio a causa delle sanzioni contro l’Iran e il Venezuela, nonché a causa dell’attuale accordo OPEC per ridurne la produzione”

Articolo di Khrystyna Stefanyshyna.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...