Nuove violenze della polizia in una manifestazione a Mosca.

La polizia di stato russa ha nuovamente picchiato e violentato dei manifestanti a Mosca. Nel paese il limite all’uso della forza appare essere molto “labile”

27 giugno 2019, Russia. Un enorme numero di persone ha preso parte ad una manifestazione non coordinata (illegale in Russia) a sostegno dei deputati indipendenti. Le autorità ne erano al corrente e si erano preparate ad ogni evenienza.

Tutto è iniziato quando Konstantin Konovalov è stato incarcerato dopo che, uscito per andare a correre, era stato arrestato nei pressi del municipio. Seriamente, l’uomo stava facendo solo jogging, successivamente ha rilasciato questa dichiarazione:

Mi hanno arrestato sbattendomi faccia a terra mentre facevo una corsa difronte al municipio della città. Quando sono stato bloccato mi hanno anche ferito alla gamba e per questo ho richiesto assistenza medica.

They detained me and threw me face to the ground when I was jogging in front of the city hall. When they were doing it, they injured my leg. I requested medical assistance

LEGGI QUI.

Due ore prima della manifestazione, alle 12:18, le forze dell’ordine avevano arrestato già sei persone vicino al municipio. Ivan Zhdanov, Dmitry Gudkov e Yulia Galyamina (altri deputati indipendenti) sono stati arrestati alle 12:51.

  • 13:26 – Il numero di detenuti è aumentato a 30 persone.
  • 13:45 – 80 persone sono state arrestate.
  • Alle 13:51, Lyubov Sobol (una deputata indipendente) è stata arrestato sulla strada per il municipio.
  • 14:13. Il numero di detenuti è in crescita, già 140 persone.
  • Alle 14:27 i giornalisti segnalano problemi di comunicazione.
  • 14:41 – Gli agenti della Guardia Russa hanno iniziato a usare i manganelli. 211 detenuti.
  • 15:03 – La polizia ha arrestato Vadim Korovin, un deputato del distretto municipale di Filevsky Park.
  • 15:23 – il numero di detenuti – 317 persone. I manifestanti cantano “Come ve la passate?”
  • 15:45 – I poliziotti, in tuta antisommossa, hanno iniziato a spintonare le persone. In manifestanti sono riusciti a strappare dalle mani della polizia dei manganelli e gli hanno buttati via. Il numero di detenuti è aumentato a 359.
  • 15:59 – La vittima colpita alla testa era la deputata del Consiglio comunale Khamovniki Alexander Parushina. Ha spiegato che dopo essere stata colpita alla testa ma ha scelto di rimanere tra i manifestanti seppur con la testa fasciata.
  • 16:10 – Il deputato del comune Konstantin Yankauskas è stato arrestato. La polizia ha stimato il numero di partecipanti a 3.500 persone, 700 delle quali, secondo gli agenti delle forze dell’ordine, sono giornalisti
  • 16:16 – C’è uno scontro in Stoleshnikov Lane. La gente è schiacciata dalla polizia che usa manganelli mentre il prete locale nasconde le persone nel vicolo della chiesa.
  • 16:20 – 435 persone detenute.
  • 16:44 – Konstantin Konovalov, che è stato il primo ad essere incarcerato, dichiara di essersi fratturato la gamba per colpa delle percosse della polizia.
  • 16:48 – I manifestanti non cedono ed invitano a scendere in piazza i Moscoviti.
  • 17:21 – Una folla di manifestanti si è diretta verso la piazza Lubjanka, cantando ad alta voce: “Putin è un ladro” e “FSB è una vergogna per la Russia
  • 20:30 – 835 persone arrestate. Allo stesso tempo hanno arrestato una giornalista di Deutsche Welle, emittente tedesca oltre che Yulia Galyamin ed Elena Rusakova (candidate indipendenti) ed un video-blogger di nome Mikhail Kshishtovsky. La gente chiedeva alle autorità “come uscire dalla piazza” e queste rispondevano “in manette“. I protestanti rimanenti hanno proposto di andare a marciare fino a “Sretensky Boulevard”, viale moscovita.
  • 21:02 – Alcune persone scagionate, le autorità stanno facendo uscire le persone dalla piazza. Tuttavia in altre zone, come a Trubnaya square continuano gli arresti
  • 22:30 – Quasi 1200 persone in arresto
  • 23:24 – Si pensava che gli arresti fossero finiti ma la polizia non si ferma. Secondo gli ultimi dati, la polizia ha contato circa 10.000 persone in protesta, e non 3.500, come precedentemente dichiarato dal Ministero degli Affari Interni.
  • 00:52 – 1229 arresti. La cifra continua a salire. Alcuni manifestanti sono detenuti da più di tre ore, ad altri sono prese le impronte digitali con l’uso della forza. Da Konstantin Konovalov ha fatto visita il “Comitato investigativo russo”
  • 01:31 – Ci sono delle persone con epilessia ed una madre con tre bambini che non vengono rilasciate. Tuttavia dalla stazione di polizia hanno cominciato a far uscire dei manifestanti.

Manifestante canta una canzone sulla libertà mentre viene arrestato.

Manifestanti e polizia si scontrano.

Articolo di Khrystyna Stefanyshyna.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...