Nordcorea: “The Rocket Man” colpisce ancora.

La Corea del Nord ha ripreso i test dei missili a corto raggio in seguito alla decisione di Trump di condurre esercitazioni militari assieme alla Sudcorea.

Lo scorso giovedì, la Corea del Sud ha denunciato il lancio di due missili a corto raggio di nuova generazione da parte del regime di Pyongyang. I due missili sono stati sparati da Wonsan, città costiera a est della capitale, in direzione del Giappone per poi inabissarsi nel Mare d’Oriente, il mare che separa la penisola coreana e l’isola giapponese, dopo aver viaggiato rispettivamente 430 e 690 km.

Questo test inaspettato potrebbe però essere la riposta di Kim Jong-Un all’annuncio del 20 Luglio da parte del Governo statunitense e di quello Sudcoreano di voler condurre delle esercitazioni militari congiunte nel mese di Agosto.

Una cooperazione militare che va avanti dagli anni ’50 ma che questa volta la Corea del Nord potrebbe aver inteso come una vera e propria preparazione di guerra. Il pericolo più grande è che Kim Jong-Un non si fermi qui. Infatti secondo un comunicato del regime Nordcoreano, in caso l’esercitazione avesse luogo, la Corea del Nord potrebbe riprendere il lancio di missili balistici nucleari (ICBMs).

Jeong Kyeong-doo, il Ministro della Difesa Sudcoreano, ha definito tale gesto come:

Una minaccia militare ed un’azione che danneggia tutti gli sforzi fatti per alleviare le tensioni nella penisola Coreana

Jeong Kyeong-doo

Inoltre Choi Hyun-soo, portavoce del governo, ha detto che:

Il Governo Sudcoreano rafforzerà i controlli e coopererà con gli Stati Uniti sul da farsi

Takeshi Iwaya, Ministro della Difesa giapponese, si è espresso sul test di mercoledì definendolo “alquanto spiacevole” e ha detto che il governo analizzerà con attenzione l’accaduto assieme alla Corea del Sud e gli Stati Uniti. I missili hanno raggiunto la zona economica esclusiva giapponese, generando preoccupazione e paura, tuttavia non si è prodotto un vero e proprio rischio per l’incolumità del Paese.

Quello di Mercoldì è stato il primo test missilistico dalla visita di Trump in Corea, avvenuta lo scorso 1 Luglio. Tuttavia sono già tornati a farsi sentire a gran voce i falchi del Congresso Statunitense che non aspettano altro che eliminare il governo di Kim Jong-Un insistendo sul fatto che la Corea del Nord, secondo loro, non ha mai smesso ampliare i suoi armamenti, dotandosi di innovazioni strategiche come i sottomarini nucleari.

Articolo di Federico Bravi.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...