Anniversario dell’Øresund Bridge, uno dei più grandi ponti al mondo.

Il prossimo 14 agosto 2019 si terrà il ventesimo anniversario dalla costruzione del gigantesco e colossale ponte che collega la Danimarca con la Svezia passando per lo stretto dell’Øresund

Compirà 20 anni questa estate l’Øresundsbroen, conosciuto in tutto il mondo semplicemente come “The Bridge”, l’incredibile ponte ferroviario e autostradale frutto di un miracolo di ingegneria che, con i suoi 15.9 km, collega le capitale della Danimarca Copenaghen e la città Svedese di Malmo.

Un’opera mastodontica, di 82 tonnellate, sorretta da due piloni di metallo alti 294 metri, che si estende per 4 km anche sotto il livello del Mare del Nord e unisce le due nazioni attraversando lo stretto di Øresund. Tra meno di un mese saranno trascorsi quattro lustri dal completamento dei suoi lavori, terminati il 14 agosto 1999. 

Fu inaugurato solamente un anno dopo, il 1º luglio 2000, alla presenza del re Carlo XVI Gustavo di Svezia e della regina di Danimarca Margherita II. Simbolo di forte interdipendenza tra i due Paesi, il ponte è anche espressione di quella grande volontà di integrazione che ha attraversato l’Europa negli anni ‘90, sfociata col Trattato di Maastricht del 1992.

Dalla sua apertura il Ponte ha ingigantito il flusso degli scambi commerciali e comunicazioni non solo tra le due nazioni, ma anche in tutta l’Europa, favorendo un enorme slancio economico grazie alla semplificazione e la velocizzazione dei traffici tra le due penisole.  Dai 60 minuti col battello, ai quali bisognava aggiungere i soventi ritardi dovuti alle condizioni marittime, ai 10 minuti in auto e i 30 in treno. L’anno successivo alla sua realizzazione gli spostamenti erano aumentati del 61%.

Una creazione dal valore politico, economico (in termini di profitti) e sociale inestimabile: ogni anno più di 7 milioni di veicoli lo percorrono, mentre ogni giorno circa 14 mila persone lo attraversano in treno. Ci sono voluti 5 anni e 30 miliardi di corone danesi, circa 4.3 miliardi di dollari. Il ponte è stato però un vero investimento, ha infatti comportato una crescita economica di 9 miliardi di dollari e la creazione di migliaia di posti di lavoro su entrambe le sponde.

Tuttavia, sua costruzione ha avuto una storia travagliata: nel 1936 venne proposto  il primo progetto alla Famiglia Reale Svedese, ma le cose vennero prese sul serio solo dopo la Seconda Guerra Mondiale. Ci vollero quasi altri 50 anni affinché si giungesse ad un’accordo da parte di entrambi i governi. Grazie anche allo spirito di cooperazione ed integrazione che aleggiava in Svezia in seguito alla sua ammissione nella CEE, i lavori iniziarono nel 1995 ad opera della ditta danese COWI al costo iniziale di 16 miliardi di corone danesi, finanziati da entrambe le nazioni. Una spesa onerosa, i cui profitti ad ogni modo non tardarono ad arrivare. Stando alle affermazioni della Øresundsbro Konsortiet, la compagnia che possiede e gestisce il ponte, i guadagni scaturiti dalla costruzione ricopriranno completamente la sua spesa entro il 2023 (4 anni prima della stima iniziale).

Problemi logistici sono storti durante la costruzione, infatti bisognava fare in modo che il ponte fosse abbastanza basso per non arrecare problemi all’aeroporto danese di Odense e abbastanza alto affinché le navi potessero passarvici sotto. Vennero persino ritrovate 16 mine subacquee della Seconda Guerra Mondiale inesplose all’interno dello stretto di Øresund. Alla fine però, 4 anni e 3 mesi dopo l’inizio dei lavori, il ponte era stato completato.

Quattro anni fa, il ponte si è ritrovato al centro della cronaca quando venne attraversato a piedi da migliaia di rifugiati politici speranzosi di trovare asilo in Svezia fuggendo dalle guerre che versavano nei loro paesi. All’epoca, a fronte dell’inaspettato flusso di persone, venne inizialmente chiuso, poi una volta riaperto vennero imposti elevati controlli; questi poi furono completamente abbandonati nel 2017 a fronte della ancora più grande ondata di migranti desiderosi di giungere in Svezia.

Articolo di Federico Bravi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...