Scandalo finanziamenti illeciti per la Lega. Savoini, fedelissmo di Salvini, a cena con i russi.

Nuovo scandalo connesso alla visita a Mosca da parte di Gianluca Savoini, fedelissimo di Matteo Salvini, per ricercare un accordo di finanziamento illecito con gli uomini di Putin. Ulteriore prova delle interferenze della Russia nel processo decisionale dell’Unione Europea e dei suoi paesi.

18 ottobre 2018, il Metropol Hotel di Mosca. Gianluca Savoini, Presidente Associazione culturale Lombardia Russia e direttore della rivista “Logos“, in un incontro con tre influenti politici russi ha discusso la possibilità di un finanziamento illecito alla Lega di Matteo Salvini. Alla riunione, che è durata solo 1 ora e 15 minuti, i politici sono riusciti a discutere tutti i dettagli i particolari dell’accordo.

Savoini e Salvini a Mosca.

Vogliamo cambiare l’Europa. La nuova Europa dovrebbe essere molto più vicina alla Russia

Le parole di G. Savoini.

Nella loro conversazione si è parlato soprattutto del denaro, che dalla Russia avrebbe dovuto trasferire sul conto privato del partito italiano. La somma concordata era di diverse decine di milioni di dollari. Il denaro non sarebbe dovuto però essere direttamente incassato dalla Lega, in quanto in Italia esiste una legge per cui i partiti non possono incassare cifre superiori ai 100.000 euro su singole donazioni straniere.

Nell’incontro si è discussa la possibilità che la compagnia petrolifera ENI acquistasse carburante da un non ben specificato colosso dell’energia russo per un valore complessivo di 1,5 miliardi e per una quantità di 3 milioni di tonnellate. Da questa cifra sarebbe poi stato applicato uno sconto di ca. 65 milioni di dollari che sarebbe dovuto finire direttamente nelle casse della Lega. Ovviamente tutto nella massima segretezza e con l’utilizzo di intermediari.

Così dato il 4% di sconto, circa 250.000 mila tonnellate più altre 250.000 al mese avrebbero potuto sostenere la campagna elettorale.

Lo stesso Salvini non era presente all’incontro, ma era a Mosca in quel momento. Il giorno prima, ha fatto un discorso in cui ha definito le sanzioni contro la Russia

Una pazzia economica, sociale e culturale

Questo file audio è la prova diretta che la Russia sta cercando di finanziare i movimenti nazionalisti e populisti in Europa. Dopo la pubblicazione di questa inchiesta, il Vice Primo Ministro e capo del Ministero dell’Interno italiano, Matteo Salvini, ha negato di aver ricevuto i finanziamenti.

Ho già presentato una causa davanti al tribunale e lo farò di nuovo oggi, domani e dopodomani. Non ho preso né un rublo, né un euro, né un dollaro, né un litro di vodka finanziato dalla Russia


Non si sa con certezza se la transazione del denaro russo sia andata o meno a buon fine, ma l’indagine è in corso.

Articolo di Khrystyna Stefanyshyna.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...