UE e Ucraina ancora più vicine: i risultati del nuovo vertice.

L’Unione Europea ha ribadito la sua vicinanza, sia politica che economica, allo stato ucraino.

Si è concluso da poco il ventunesimo vertice politico tra UE e Ucraina. Il risultato è stato prolifico per entrambe le parti e soprattutto ben chiaro. Le due parti hanno confermato la forza dei loro legami politici ed economici. Il Presidente Donald Tusk ha rappresentato l’UE al vertice insieme al presidente Jean-Claude Juncker (presidenti in uscita), mentre il Presidente Volodymyr Zelenskyy ha rappresentato l’Ucraina.

Il primo, e probabilmente più importante, punto in questione è stato quello in merito all’annessione illegale della Crimea. Al vertice l’UE ha ribadito il suo fermo sostegno alla sovranità e all’integrità territoriale dell’Ucraina e all’attuazione degli accordi di Minsk. I leader hanno chiesto alla Russia di rilasciare i marinai ucraini detenuti e garantire il passaggio libero e senza restrizioni da e verso il Mar d’Azov, in conformità del diritto internazionale. L’UE si è impegnata a rafforzare il sostegno alla regione del Mar d’Azov con nuove misure per un valore di 10 milioni di euro. Il sostegno sarà incentrato sulla diversificazione economica locale e sulle piccole imprese, sulla partecipazione della società civile locale e sul coinvolgimento dei cittadini nel processo decisionale, sul miglioramento della sicurezza delle comunità e della sicurezza pubblica.

Di seguito, le parole del presidente Donald Tusk:

Non riconosciamo, e non riconosceremo, l’annessione illegale della Crimea e di Sebastopoli da parte della Russia. Solo pochi giorni fa, all’unanimità, l’UE ha prorogato per altri sei mesi le sanzioni economiche nei confronti della Russia. Le sanzioni resteranno in vigore fino alla piena attuazione degli accordi Minsk

Donald Tusk, al vertice UE-UCRAINA.

I leader hanno messo in rilievo i successi ottenuti dall’accordo, che ha fatto crescere il commercio bilaterale del 50% circa dal gennaio 2016. Al vertice si è anche colta la occasione di sottolineare il successo del regime di esenzione dal visto. Fino ad oggi, i cittadini ucraini hanno effettuato quasi tre milioni di visite in esenzione dal visto nell’UE. A margine del vertice, la Commissione ha adottato un nuovo pacchetto di misure, del valore di 109 milioni di euro, per sostenere ulteriormente il processo di riforma in Ucraina.

Insomma, le due parti sono sempre più vicine tra loro. Questo “rapporto” ovviamente indica l’approfondimento dei legami politici, il rafforzamento dei collegamenti economici e il rispetto dei valori comuni. Per rafforzare ancor di più tutto questo, l’UE ha costantemente sostenuto e ribadito il proprio impegno nei confronti della sovranità, dell’indipendenza e dell’integrità territoriale dell’Ucraina.

Articolo di Manuele Duraccio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...