Ucraina e Georgia contro le azioni illegali della Russia in sede OSCE.

Quale è stata la risposta della Russia alle risoluzioni dell’Ucraina e della Georgia, e cosa si intende fare dopo.

6 luglio, Lussemburgo. Nel corso di una riunione dell’OSCE (Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa), la commissione dell’Assemblea parlamentare ha esaminato due risoluzioni scritte contro la Russia. Una dell’Ucraina, denominata: “La militarizzazione della Federazione Russa, temporanea occupazione della Repubblica Autonoma di Crimea e dalla città di Sebastopoli, Ucraina, Mar Nero e Azov” e l’altra della Georgia, chiamata: “La situazione della sicurezza e dei diritti umani in Abcasia, Georgia e nella regione di Tskhinvali / Ossezia del Sud , Georgia”.

Il testo della risoluzione ucraina è stato scritto da Arthur Gerasimov, deputato della Verchovna Rada (Parlamento dell’Ucraina), ed afferma il non riconoscimento della Crimea come parte della Russia. L’Ucraina considera propria la penisola sebbene il territorio sia temporaneamente occupato. Mosca ha ripetutamente dichiarato che gli abitanti della Crimea hanno preso una decisione in modo democratico, nel pieno rispetto del diritto internazionale e della Carta delle Nazioni Unite. Secondo Vladimir Putin, la questione della Crimea è finalmente chiusa. Ma alla riunione, i membri della Commissione dell’Assemblea Parlamentare erano a maggioranza a favore dell’Ucraina ( 54 voti a favore, 6 contro e 6 astenuti). Sulla base dei risultati, possiamo sicuramente vedere che la risoluzione è stata sostenuta dall’OSCE.

Per quanto riguarda la risoluzione della Georgia, il punto principale è rendere noto:

Il degrado della situazione della sicurezza, dei diritti umani e della situazione umanitaria nei territori occupati della Georgia in connessione con le azioni illegali della Federazione Russa, tra cui l’aumento della presenza militare e dell’intensità delle esercitazioni militari, la costruzione di barriere lungo la linea di occupazione, la discriminazione etnica della popolazione georgiana che vive in Abcasia, in Georgia e nella regione della Ossezia del Sud.

Il Parlamento UE chiede a Putin di terminare l’occupazione della Georgia.

Sofio Katsarava, Presidentessa della commissione per le relazioni estere del Parlamento georgiano, dopo la riunione dell’OSCE ha dichiarato: “nonostante l’opposizione della delegazione russa, l’Assemblea parlamentare dell’OSCE non ha rimosso dall’ordine del giorno la risoluzione sui territori occupati della Georgia, inoltre questa risoluzione ha ottenuto la maggioranza dei voti“.

SOFIO KATSARAVA.

Il capo della delegazione britannica all’Assemblea parlamentare dell’OSCE ha dichiarato che:

Tutte le organizzazioni internazionali concordano con la sovranità e l’integrità territoriale della Georgia, e nessuno mette in dubbio che l’Abcasia e l’Ossezia del Sud siano parte del territorio della Georgia

In che modo la Russia ha risposto a questo? Peter Tolstoj, capo della delegazione russa e il vicepresidente della Duma, ha affermato che si fossero appoggiate le risoluzioni anti-russe, la delegazione russa avrebbe votato contro la dichiarazione finale dell’Assemblea parlamentare. Su queste risoluzioni e sulla situazione in generale, P. Tolstoj ha detto ai giornalisti:

Per rilasciare la dichiarazione finale, è necessario approvare le risoluzioni. Per ora, è chiaro che l’assemblea è a favore delle risoluzioni ucraine e georgiane. Ci opporremo. E se saranno adottate dal comitato, saremo contrari alla dichiarazione finale.

Traduzione dell’articolo di Khrystyna Stefanyshyna.

Annunci

Un pensiero riguardo “Ucraina e Georgia contro le azioni illegali della Russia in sede OSCE.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...