Nomine UE: Per la prima volta due donne ai vertici dell’Europa.

Trovato l’accordo a Bruxelles sulle nomine UE che vede come veri vincitori Francia e Germania. A fianco del chiaro rafforzamento dell’asse franco-tedesco in Europa vi è anche la soddisfazione del Premier Conte: “L’Italia ha potuto rivendicare la garanzia di un commissario di alto rilievo economico e di una vicepresidenza della commissione”

Dopo tre estenuanti giornate di negoziazioni, da domenica pomeriggio a martedì sera, è stato finalmente raggiunto l’accordo a Bruxelles sulle nomine UE.

Ursula Von der Leyen, membro del Cdu e ministra della Difesa tedesca dal 2013, è succeduta a Jean-Claude Juncker come nuova Presidentessa della Commissione Europea. Allo stesso modo, l’attuale direttrice del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, sostituirà l’attuale presidente Mario Draghi come guida della Banca centrale. Il socialista spagnolo, Josep Borrell, come successore di Federica Mogherini nell’incarico di Alto rappresentante e l’ex primo ministro belga, Charles Michel, alla presidenza del Consiglio europeo. C’è soddisfazione anche per l’Italia che vede David Sassoli (PD) alla presidenza dell’Europarlamento.

David Sassoli, nuovo Presidente del Parlamento Europeo.

Quindi Germania e Francia avranno nei prossimi cinque anni particolari responsabilità nel gestire l’Unione Europea. Tuttavia, se è vero che agli onori corrispondono anche oneri, il presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, si è detto soddisfatto ed ha dichiarato che:

Ha vinto l’asse franco-tedesco

Soddisfatta è anche Christine Lagarde che ha dichiarato: “Sono onorata di essere stata nominata alla presidenza della Bce”. Inoltre ha aggiunto: “lascerò temporaneamente il ruolo di direttore generale del Fmi durante il periodo che precede la nomina“.

Christine Lagarde

Per quanto riguarda la Von der Leyen, a pronunciarsi a favore su tale decisione è stata niente meno che l’attuale cancelliera Angela Merkel che al termine del vertine UE commenta:


“Al di là di ogni considerazione politica è un buon segno che per la prima volta sia una donna a ricoprire questo incarico. Sono felice”, in seguito ha poi aggiunto: “Mi sono astenuta nel votare la candidatura perché la Spd non ha sostenuto questa scelta”.

Fonti del governo sottolineano che la candidatura di Christine Lagarde alla presidenza della Banca centrale europea è in continuità con la gestione di Mario Draghi e piace anche la candidatura della tedesca Ursula von der Leyen per la sua attenzione alle politiche sociali. In particolare il ministro dell’Economia Giovanni Tria ha parlato di una “ottima scelta” nei riguardi della nomina della Lagarde alla Bce. Entusiasta Tria su Christine Lagarde

Se dovesse essere confermata la sua nomina alla Bce, sarebbe un’ottima scelta. È una persona di grande valore

Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta in questo modo la nomina di Ursula Von Der Leyen alla Commissione europea:

A prescindere dai nomi, l’importante è che in Europa cambino le regole, a partire da immigrazione, taglio delle tasse e crescita economica. E su questa battaglia l’Italia sarà finalmente protagonista

Autore: Alessio Lombini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...