Crisi di Crimea: Volodymyr Zelens’kyj cerca nuovi alleati

Il 3 luglio, a Toronto, Volodymyr Zelens’kyj, l’attuale presidente dell’Ucraina ha incontrato il primo ministro canadese Justin Trudeau. I risultati di questo incontro danno speranza ai soldati ucraini, e alle loro famiglie, per una felice risoluzione della crisi di Crimea, che ha spento ormai cinque candeline. Cinque anni di morti, omicidi, sparatorie, pianti e lacrime. Dispacci giornalieri dei morti nel conflitto mischiati con la speranza che i propri parenti siano ancora in vita.

Durante i negoziati, i politici hanno raggiunto alcuni accordi. Secondo quanto riferito dallo stesso Volodymyr Zelens’kyj:

Si è raggiunto un accordo sulla fornitura di veicoli corazzati all’Ucraina e sulla cooperazione in questo campo

Tutto questo sebbene l’accordo non sia stato ancora firmato, ed il presidente non vuole discutere di queste notizie con i giornalisti.

Zelens’kyj ha detto che è stato Justin Trudeau a ispirarlo ad entrare in politica ed a costruire la propria carriera politica. Inoltre, il Presidente ha affermato che il Canada è un amico: l’Ucraina ha sempre sostenuto le sanzioni contro l’aggressione russo fin dall’inizio delle ostilità nel 2014. I politici del paese sono sempre stati a favore del mantenimento della sovranità ucraina e della protezione dell’integrità territoriale del paese.

Nella sua intervista, Justin Trudeau ha assicurato ai giornalisti che l’Ucraina acquisterà armi canadesi, inoltre la cooperazione militare con l’Ucraina proseguirà. Justin Trudeau ha così riferito:

Le imprese belliche canadesi stanno già investendo nella produzione di armi per l’Ucraina e continueremo a collaborare affinché il paese possa avere il supporto richiesto dalle forze canadesi. Continueremo l‘operazione UNIFIER (che dovrebbe essere attiva fino al 2022) e faremo di tutto per fornire all’Ucraina le attrezzature necessarie “

Nella sua intervista ai giornalisti, Trudeau non ha dimenticato di menzionare la Russia:

Ci rendiamo conto di quanto sia importante il nostro appoggio verso l’Ucraina per ciò che riguarda i problemi che dove affrontare. Soprattutto in relazione all’invasione illegale della Russia nel territorio nazionale. Ed è per questo motivo che stiamo contribuendo all’addestramento dell’esercito ucraino. Abbiamo anche aggiunto l’Ucraina all’elenco dei paesi verso cui esportare armi. Questa è la migliore soluzione per controbattere la Russia.

Il Canada ha inoltre dichiarato di non riconoscere i passaporti che la Russia ha promesso di rilasciare ai residenti della regione del Donbass e Luhans’k, che vorrebbero ottenere la cittadinanza russa

C’è solo una possibile conclusione. Il Canada sta collaborando e continuerà a collaborare con il governo dell’Ucraina, indipendentemente dal presidente e dai membri dell’esecutivo. La gente comune dovrebbe sperare che l’aggressione da parte del governo russo finisca grazie agli sforzi di tutto il mondo.

Traduzione di articolo di Khrystyna Stefanyshyna,

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...