Primarie del partito conservatore inglese, Boris Johnson contro Jeremy Hunt.

Dal 22 giugno la base del partito, circa 150.000 iscritti, è stata chiamata a dare la preferenza ai due sfidanti rimasti (a inizio primarie i candidati in corsa erano 10). A contendersi il posto da Premier saranno Boris Johnson, il favorito, e il suo rivale Jeremy Hunt. Ma chi sono in realtà i due contendenti alla leadership del Partito Conservatore?

Il primo è Boris Johnson, classe 1964. Dopo gli studi a Oxford Johnson intraprende la carriera di giornalista lavorando per testate come il “The Times” e il “The Spectator”. Dopo aver passato diversi anni nel mondo dell’editoria, comincia la sua florida carriera politica come Parlamentare nella Camera dei Comuni nel 2001. Nel 2008 diventa sindaco di Londra, ruolo riconfermato anche nel 2012. Infine nel 2016 viene nominato Ministro degli Esteri del governo guidato da Theresa May anche se, nel luglio del 2018 decide di dimettersi da tale incarico per via di forti attriti con la Premier May circa l’accordo sulla Brexit.

Boris Johnson.

Nel corso degli anni Boris Johnson ha acquisito una discreta fama in Inghilterra per via delle numerose gaffe, interventi mediatici imbarazzanti e toni poco ortodossi usati durante gli innumerevoli talk show. Nonostante ciò Johnson può ancora vantare una forte credibilità e sostegno da parte della base Tories che è data soprattutto dalla linea ferma e decisa sulla Brexit. In effetti, come lui stesso ha affermato:

Non cerco il “No Deal”, ma dobbiamo prepararci. Avremo un atteggiamento assolutamente amichevole con le autorità europee, ma il 31 ottobre si esce

Dichiarazione di Boris Johnson.

L’avversario politico da battere è Jeremy Hunt, classe 1966. Anche Hunt, come il suo rivale, è un allievo oxfordiano, laureato in economia. La sua carriera politica inizia nel 2005 quando viene eletto deputato nella Camera dei Comuni. Dapprima ministro ombra per le disabilità è stato poi nominato Ministro della Cultura, dello Sport e dei Media nel 2010 sotto il governo David Cameron. Con la fine del governo Cameron e l’inizio del governo May, Jeremy Hunt ha invece ricoperto la carica di Ministro della salute e dei servizi sociali. Infine, il 9 luglio 2018 viene nominato Ministro degli Esteri proprio in seguito alle dimissioni dello stesso Boris Johnson il quale ricopriva tale carica.

Jeremy Hunt .

Sebbene sia apprezzato e stimato, Jeremy Hunt non possiede la popolarità di Johnson o il suo carisma. È inoltre considerato il “pupillo” di Theresa May in queste primarie dato che entrambi hanno posizioni molto simili riguardo la Brexit. Infatti, i due politici hanno scongiurato più volte l’ipotesi del “No Deal” a favore di un accordo con l’Unione Europea sebbene questo implichi la richiesta di ulteriori proroghe.

A prova di ciò vi è la serie di incontri tenuti da Hunt, a giugno, con diversi esponenti politici europei per cercare di raggiungere un nuovo accordo che possa conciliare sia gli interessi britannici che quelli di Bruxelles. Riferito a tali colloqui il candidato Premier ha affermato:

“Sono assolutamente sicuro che se adottiamo il giusto approccio, gli europei saranno pronti a negoziare”

Jeremy Hunt commenta il suo incontro con Angela Merkel .

Autore: Alessio Lombini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...